Sant'Agata Li Battiati . - TOURING SICILY

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sant'Agata Li Battiati .

Touring Catania > Vivere Catania > Provincia di Catania

Sant'Agata Li Battiati


Sant'Agata li Battiati (Sant'Àita li Vattiati in siciliano[2]) è un comune italiano di 9.546 abitanti[3] della città metropolitana di Catania in Sicilia.

Territorio

Sita a 263 m s.l.m., Sant'Agata li Battiati sorge sul declivio collinare a nord di Catania. Confina con il capoluogo e con i comuni di Gravina di Catania, San Giovanni la Punta e Tremestieri Etneo.

Architetture religiose

Chiesa di Maria Santissima Annunziata
Chiesa di San Michele Arcangelo
Chiesa di San Tommaso Becket e Santi Martiri Inglesi (presso la Villa Sangiuliano dei Paternò, di fronte la Timpa della Leucatia): parrocchia gesuitica
Chiesa di Sant'Antonio Abate (cappella del cimitero)
Chiesa di Santa Maria delle Grazie (cappella Valenti)
Cappella del Velo di Sant'Agata.
Vie principali[modifica | modifica wikitesto]
Via Umberto: è l'arteria principale del paese, che nasce dalla confluenza di via Giovanni Corsaro e via Barriera del Bosco appena sopra la Tangenziale di Catania; all'altezza della Chiesa di San Michele Arcangelo, attraversa piazza Guglielmo Marconi per poi proseguire fino alla Chiesa di Maria Santissima Annunziata, da cui parte un bivio (via Scala di Betta ad ovest e via Roma ad est).
Via Scala di Betta, già via Trieste: si tratta di una delle vie del centro storico cittadino; essa parte come traversa di Via Umberto e conserva le caratteristiche del primo impianto urbanistico (XVII secolo)[4].

Aree naturali

Parco Paternò del Toscano, in via Roma: esempio di paesaggismo d'iniziativa privata con un giardino che a partire dagli anni '60 del Ventesimo secolo ha racchiuso ben 42 varietà di palme, oltre a piante mediterranee e subtropicali, numerose piante autoctone. Nel 1993 la Soprintendenza ai beni culturali e ambientali di Catania lo ha riconosciuto di particolare interesse naturalistico e ambientale con l'apposizione del vincolo ai sensi della legislazione di tutela delle cose di interesse storico-artistico.[5]

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu